Martinat, Giulio

Geboortedatum:
24 februari 1891
Overlijdensdatum:
26 januari 1943 (Stalingrad, Sovjet-Unie)
Nationaliteit:
Italiaanse (1860-1946, Koninkrijk)

Biografie

Heeft u zelf meer informatie over deze persoon? Lever het aan!

Toegekend op:
1912
Samenvatting:
«Per la calma e la fermezza dimostrate il 3 marzo in difficili condizioni di combattimento. Si distinse anche per lodevole contegno nella notte dell'11-12 febbraio 1912.»
— Derna 11-12 febbraio e 3 marzo 1912
Medaglia de bronzo al Valore
Periode:
Eerste Wereldoorlog (1914-1918)
Toegekend op:
1915
Samenvatting:
«Alla testa del suo reparto, si slanciava all'assalto delle trincee nemiche. Obbligato dal tiro delle mitragliatrici avversarie ad arrestarsi, dirigeva con sicurezza e calma il fuoco dei suoi alpini, finché cadeva ferito.»
— Monte Mrzlivrh, 1-2 giugno 1915
Medaglia de bronzo al Valore
Toegekend op:
1936
Samenvatting:
«Trovandosi in un treno attaccato e fatto deragliare dai ribelli, coadiuvava con slancio e perizia i suoi superiori, dando pronta attuazione ai loro ordini per assicurare la prima difesa dei viaggiatori. Incaricato poi di sorvegliare un lato della difesa improvvisata, dava saggie, energiche disposizioni ai militari dipendenti, contribuendo così a tenere in rispetto per oltre ventiquattro ore l'avversario venti volte superiore di numero. Accorrendo senza posa dove maggiore era il rischio animò i pochi difensori sì che nonostante le perdite e la drammaticità della situazione, la resistenza poté protrarsi fino all'arrivo dei soccorsi che salvarono la vita dei numerosi viaggiatori, fra i quali donne e bambini. Esempio di alto spirito guerriero, durante ventiquattro ore, ogni suo atto fu atto di valore.»
— Casello di Zalalakà, 6-7 luglio 1936
Medaglia d'argento al Valore Militare
Periode:
Tweede Wereldoorlog (1939-1945)
Toegekend op:
1 augustus 1941
Ordine Militare di Savoia -Knight
Periode:
Tweede Wereldoorlog (1939-1945)
Toegekend op:
1941
Samenvatting:
«Capo di S.M. di un corpo d'armata, durante vari giorni di combattimento si portava ripetutamente sulla linea del fuoco delle fanterie per rendersi conto delle situazioni per animare e trascinare. Durante una operazione per la conquista di una importante piazzaforte avversaria, difesa con accanimento da ingenti forze, avuto sensazione dell'imminente tracollo nemico, accompagnato da un solo carabiniere, si portava arditamente oltre le nostre pattuglie avanzate, penetrando per più chilometri nel dispositivo dell'avversario ripiegante ma ancora in armi e faceva pervenire al proprio comandante preziose ed esatte informazioni. Per il suo coraggioso comportamento, per lo slancio e l'entusiasmo in ogni suo atto destava l'ammirazione dei comandi e comandanti dipendenti.»
— Valle Osteni-Dibra, 12 aprile - Korca-Erzeke-Leskoviku, 17-18-19-20-21 aprile 1941
Medaglia d'argento al Valore Militare
Periode:
Tweede Wereldoorlog (1939-1945)
Rang:
Colonnello (Kolonel)
Eenheid:
Italian Alpine Corps
Toegekend op:
3 april 1943
Ritterkreuz des Eisernen Kreuzes
Periode:
Tweede Wereldoorlog (1939-1945)
Toegekend op:
1943
Samenvatting:
«Capo di Stato Maggiore di un Corpo d’Armata, soldato di eccezionale coraggio e di indiscusso valore, veterano di quattro campagne, più volte decorato, di elette qualità di mente e di cuore, vista passare una compagnia alpina che scendeva in linea per decidere l’aspra battaglia in corso, cedendo al suo istintivo entusiasmo di soldato e di combattente, vi si metteva alla testa dando a tutti con la sua alta parola la fiamma dell’ardimento e divenendone con la sua persona irresistibile esempio. Ritto, mentre sparava con il suo moschetto, in zona battutissima e scoperta, su elementi nemici appostati a brevissima distanza, una pallottola ne spezzò l’audace impresa e gli stroncò la vita, ma la vittoria era assicurata ed il nemico in fuga. Fulgido esempio di alte virtù combattive e di suprema dedizione alla Patria.»
— Nicolajewka (Russia), 26 gennaio 1943
Medaglia d'oro al Valore Militare

Bronnen

Foto